Start up e giovani imprenditori: le agevolazioni al credito per nuove imprese nel Lazio

La presenza di Stefano Boccuccia nel mondo della giovane imprenditoria del Lazio, lo ha portato già da molti anni a contatto con le nuove iniziative aziendali del territorio, sia quelle con vocazione locale sia le imprese rivolte al mercato nazionale e internazionale.

Per circa 3 anni è stato Presidente Vicario con delega al Credito di Unindustria Lazio - l'associazione territoriale del sistema Confindustria delle province laziali, di cui ora ricopre la carica di Consigliere in giunta e Vicario di Roma.

Questi incarichi, nel tempo, gli hanno consentito di conoscere da vicino il mondo delle aziende presenti nella Regione Lazio e, in particolare, da allora si dedica ai temi dell'accesso al credito per le start up e del ricambio generazionale nell’ambito imprenditoriale.

 

Un mondo nel quale si rispecchia, data la sua storia imprenditoriale iniziata in giovane età, e per il quale è notevolmente attivo, tramite la carica di socio e Consigliere di Amministrazione di I2i - Impresa di Investimenti Innovativi SpA.

L'azienda rappresenta una investment company, la cui funzione è quella di investire capitali nelle start up, guidandole nell’avvio delle attività. Crea un supporto per le imprese, al fine di consentire lo sviluppo dei loro rapporti con le grandi aziende, di migliorare la gestione dei processi lavorativi e, soprattutto, di accedere a fonti di credito finanziario in modo agevolato.

 

Il Progetto I2i

Il promotore del progetto è il GGI, il Gruppo Giovani Imprenditori di UNINDUSTRIA ed IN PRENDO Capital S.p.A, il quale ha fornito assistenza tecnica nella fase di ideazione e ha partecipato mediante un intervento finanziario, in fase di costituzione.

 

La volontà di questo progetto per il finanziamento delle start up è quello di creare valore per tutti gli interessati al settore: investitori, aziende target, istituzioni e territorio.

A differenza dei fondi di investimento tradizionali, che presentano come unico obiettivo il ritorno finanziario, I2i opera per creare sviluppo economico e valore sociale, anche a livello di welfare.

Saranno favorite le imprese in fase di start up o di piccole dimensioni (1,5M € - 2,5M €), tramite interventi prevalentemente votati ai settori di interesse relativi a: Green Economy, IT, Tlc, ICT e Made in Italy – a livello locale o nazionale.

Si può arrivare ad una dimensione degli investimenti per le start up di massimo 250.000 Euro, con variabili secondo l’accordo di co-investimento con la regione Lazio.
Un tale credito consentirà ai giovani imprenditori di beneficiare del lavoro di crescita e rafforzamento manageriale, apportato dalle risorse professionali di I2i.

Inoltre, sarà favorita la crescita tramite finanziamento delle start up sui mercati interni ed esteri, rendendo tali imprese delle aziende-target naturali per operatori industriali e/o altri fondi di private equity.